Andreazzoli gongola: “Empoli, c’è la mia firma”

I toscani travolgono il Palermo, l’ex allenatore della Roma rivendica i propri meriti.

L’Empoli spazza via il Palermo agganciando il doppio vagone al comando rappresentato dai siciliani e dal Frosinone. La squadra di Aurelio Andreazzoli si conferma devastante in attacco con 51 reti segnate, quasi la metà delle quali da Ciccio Caputo, salito a 20 gol.

Al termine della gara il tecnico azzurro, intervenuto a Sky Sport, non nasconde né la propria soddisfazione, né i propri meriti: “Siamo soddisfatti. Se vuoi una certa fisionomia devi rischiare qualcosa, o ragazzi si prendono i loro rischi calcolati, sanno quello che devono fare”.

“Non c’è nessuna rivalsa, sia per quando sono stato in prima linea, che quando sono stato in seconda – ha proseguito Andreazzoli – A Roma credo di aver dato il mio, anche se si ricorda solo la finale di Coppa Italia, forse pure giustamente, ma i numeri dicono qualcosa. Qlui mi sto divertendo, la dirigenza ha fatto una scelta. Se sia fortunata a meno non sta a me dirlo, ma è stata coraggiosa. Credo che questa sia la mia firma, l’espressione di una squadra in campo ha sempre la firma di un allenatore. Sono arrivato un mese e mezzo fa, ero certo di riuscire a fare presto, ma non pensavo così tanto, anche se poi ovviamente senza l’interpretazione dei calciatori e senza l’aiuto del mio gruppo di lavoro non saremmo a questo punto”. 
 

Potrebbero interessarti anche...