Mandorlini valuta la permanenza

“Avremo tempo per pensare. La Cremonese è una società in evoluzione” osserva il navigato tecnico romagnolo.

“Con il Venezia abbiamo fatto una grande partita. Volevamo chiudere il discorso in casa. Abbiamo disputato una prestazione al di sopra delle aspettative”. Ospite del ‘Maracanà’ di RMC Sport, il tecnico della Cremonese Andrea Mandorlini ha parlato della sua avventura in Serie B e della salvezza raggiunta, ma anche del futuro: “Avremo tempo per pensare. È una società in evoluzione. Ho fatto una scelta, delle volte bisogna fare un passo indietro dopo anni di Serie A e qui ci sono le condizioni migliori. Ci sono grandi ambizioni, la città è attaccata alla squadra e ci sono tutte le strutture migliori”.

Sull’esonero di Breda dal Perugia poi dice: “Non so che pensare, sono rimasto come tutti un po’ sorpreso. È successo qualcosa che noi esterni non sappiamo. Nesta come allenatore? Parte da una serie B, è giusto, altri ex giocatori sono partiti da molto più in alto. Gli auguro il meglio. Dal punto di vista tecnico credo che, soprattutto in attacco, il Perugia sia una delle squadre più forti con Di Carmine, Diamanti e Cerri. Può vincere contro chiunque, ha un’occasione importante”.

Potrebbero interessarti anche...